Schema di raccordo principi Global Compact e indicatori GRI

Il Global Compact è un’iniziativa lanciata dal Segretario Generale delle Nazioni Unite a conclusione del World Economic Forum del 1999. Nel suo appello egli invitò i leader dell’economia mondiale a dare il loro sostegno e a diffondere nove principi universali relativi ai diritti umani, al lavoro e all’ambiente, cui venne aggiunto il decimo - la lotta alla corruzione - nel 2004, e da allora si estende la rete di organizzazioni e imprese che aderiscono all’iniziativa, impegnandosi formalmente.
Acea ha sottoscritto i dieci principi sin dal 2007, rinnovando di anno in anno la propria adesione.
Di seguito si presenta uno schema di raccordo8 tra principi del Global Compact e indicatori GRI, che ne evidenzia la correlazione e consente di reperire le informazioni previste dalla Communication on Progress, che ogni impresa aderente è tenuta a redigere. 

TABELLA N. 3 - CORRISPONDENZA GLOBAL COMPACT- GRI

PRINCIPI GLOBAL COMPACT INDICATORI CORRISPONDENTI GRI BILANCIO DI SOSTENIBILITÀ
Diritti umani  1: Alle imprese è richiesto di promuovere e rispettare i diritti umani universalmente riconosciuti nell’ambito delle rispettive sfere di influenza EC5; LA4; da LA6 a LA9; LA13; LA14; da HR1 a HR9; PR1; PR2; PR8 pagg. 110 s.; 103 s.; 95 s., 108 s.; 102, 105 s., 119; 111; 26, 90 s., 94 s., 105 s., 114 s., 119 n 40-43, 71, 95, 97, 127 s.; 175; 175
2: Le imprese devono assicurarsi di non essere, neppure indirettamente, complici negli abusi dei diritti umani. da HR1 a HR9 pagg. 26, 90 s., 94 s., 105 s., 114 s., 119
Lavoro    3: Alle imprese è richiesto di sostenere la libertà di associazione dei lavoratori e riconoscere il diritto alla contrattazione collettiva LA4; LA5; da HR1 a HR3; HR5 pagg. 103 s.; 103 s.; 90 s., 94 s., 114 s.; 173
4: Le imprese devono sostenere l’eliminazione di tutte le forme di lavoro forzato e obbligatorio da HR1 a HR3; HR7 pagg. 90 s., 94 s., 114 s.; 174
5: Le imprese devono sostenere l’effettiva eliminazione del lavoro minorile da HR1 a HR3; HR6 pagg. 90 s., 94 s., 114 s.; 174
6: Le imprese devono sostenere l’eliminazione di ogni forma di discriminazione in materia di impiego e professione EC7; LA2; LA13; LA14; da HR1 a HR4 pagg. 171; 99 ss.; 102, 105 s, 119; 111; 26, 90 s., 94 s., 105 s., 114 s., 119
Ambiente   7: Alle imprese è richiesto di sostenere un approccio preventivo nei confronti delle sfide ambientali 4.11; EC2; EN18; EN26; EN30 pagg. 43, 163; 22 s., 134, 148 s.; 147 s.; 141, 162; 139
8: Alle imprese è richiesto di intraprendere iniziative che promuovano una maggiore responsabilità ambientale PR3; PR4; da EN1 a EN3 pagg. 59-64 ; 59-64, 66; 189 ss., 74, 91, 128, 135 s., 137, 139, 141, 146-149, 154, 159 s., 162, 164 s., 177,
Bilancio ambientale 192, 194
9: Alle imprese è richiesto di incoraggiare lo sviluppo e la diffusione di tecnologie che rispettino l’ambiente EN2; da EN5 a EN7; EN10; EN18; EN26; EN27; EN30 pagg. 91; 74, 141, 146-149; 160; 147 s.; 141, 162; 177; 139
Lotta alla corruzione 10: Le imprese si impegnano a contrastare la corruzione in ogni sua forma, incluse l’estorsione e le tangenti da SO2 a SO6 pagg. 39, 114, 123-126, 175
TUTTI (1-10) 1.1; 1.2; DA 4.1 A 4.10; 4.12; 4.13; 5 (DMA); SO5 pagg. 5, 26 s.; 5, 22-27, 30 ss.; 6, 35-39, 106, 111, 120, 170; 6, 28, 36, 42 s., 91, 106, 108, 124 s., 127, 135; 123, 125; 22 s., 26, 40-43, 51, 57, 76 s., 82 ss., 90 s., 94 ss., 99, 107 s., 110, 113 s., 117 s., 120, 126 ss., 134, 159, 183; 123 ss.

8 Tale schema è stato predisposto da UNGlobal Compact e Global Reporting Initiative, ed è disponibile on line (www.unglobalcompact.org.) nel testo Making the Connection. The GRI Guidelines and the UNGC Communication on Progress.