Evoluzione e Piano strategico

Il 2013 è stato per Acea un anno caratterizzato da un’importante evoluzione del contesto di riferimento del servizio idrico integrato. A seguito dell’acquisizione delle funzioni di disciplina e controllo del settore, intervenuta lo scorso anno, l’Autorità per l’energia elettrica, il gas ed il sistema idrico (AEEGSI) ha svolto numerosi interventi, prefigurando il nuovo assetto regolatorio del settore: dall’approvazione del nuovo metodo tariffario alla determinazione degli importi da restituire agli utenti, in conseguenza del referendum abrogativo della componente tariffaria di remunerazione del capitale investito dai gestori; dalle indagini conoscitive in materia di attività di misura del servizio idrico, volte ad individuare i livelli minimi di qualità ed efficienza dello stesso, ai procedimenti per la definizione dei meccanismi di riconoscimento, a favore delle imprese idriche, degli oneri sopportati nel caso di morosità degli utenti. Tali interventi indicano una nuova prospettiva per il settore, che sarà regolato secondo criteri di efficienza e qualità, con l’obiettivo di mettere in moto per il settore idrico gli stessi progressi sistemici ottenuti, nel tempo, per il settore elettrico.

Esaminando il contesto interno, Acea, nella prospettiva di una smart utility, ha perseguito con vigore importanti progetti di innovazione tecnologica, collaborando con soggetti industriali di rilievo e cogliendo risultati importanti. In tale ambito rientrano, ad esempio, l’accordo con la società NEC, attiva nel settore dell’innovazione tecnologica, per l’implementazione dei sistemi di accumulo energetico, al fine di migliorare la qualità del servizio di distribuzione e l’efficienza gestionale degli impianti di generazione distribuita, e il protocollo siglato con Telecom Italia e Fastweb per estendere, tramite la rete impiantistica di Acea Distribuzione, la fibra ottica funzionale a erogare servizi internet a banda ultralarga.

A livello gestionale, il Gruppo ha migliorato l’efficienza operativa dei business, ottenendo performance industriali da cui sono conseguite marginalità positive. Tali impegni hanno registrato l’apprezzamento del mercato finanziario, che ha sottoscritto 600 milioni di euro di corporate bond, collocati da Acea nell’ambito delle azioni di rafforzamento della struttura patrimoniale e finanziaria del Gruppo.

Il Piano industriale 2012-2016 di Acea, attualmente in vigore13, è incardinato su cinque linee strategiche: il consolidamento della posizione nelle attività regolamentate del settore idrico ed elettrico; lo sviluppo di progetti e il rafforzamento delle attività nell’area Ambiente per la gestione imprenditoriale dei rifiuti nei campi della termovalorizzazione, del trattamento e del compostaggio; il perseguimento di miglioramenti nell’efficienza energetica e l’attenzione alle nuove tecnologie gestionali delle reti (smart grid); l’incremento della redditività dei business e la realizzazione di un piano di dividendi sostenibile per la creazione di valore per gli azionisti; il miglioramento della posizione debitoria, pur in presenza di un significativo piano di investimenti, grazie anche alle attività di riduzione dei crediti in essere. L’implementazione dei punti indicati prende forma attraverso impegni e obiettivi di tipo economico a livello di singola area di business14.

13 In data 10 marzo 2014 il CdA ha approvato il nuovo Piano Industriale 2014-2018, disponibile nel sito web istituzionale www.acea.it, sezione Azionisti, Presentazioni 2014

14 Il Piano industriale è disponibile nel sito web istituzionale, sezione Azionisti, Presentazioni 2012.

LINEE STRATEGICHE DEL PIANO INDUSTRIALE ACEA 2012-2015

Linee di sviluppo

LE LINEE DI SVILUPPO DEI BUSINESS NEL 2013

AMBIENTE

  • Aquaser acquisisce la S.A.MA.CE. di Sabaudia (LT), titolare di un impianto di compostaggio dei fanghi da depurazione e rifiuti organici e di un impianto di trattamento di rifiuti liquidi, andando a coprire, insieme con il territorio già servito da Kyklos (100% Aquaser), tutto il bacino della provincia di Latina
  • si riavvia l’impianto di termovalorizzazione da pulper di cartiera di Terni, che produce nell’anno 58 GWh;
  • presso SAO viene attivata una linea di trattamento anaerobico della matrice organica dei rifiuti per la produzione di energia dalla combustione del biogas generato. Kyklos riceve l’autorizzazione per la realizzazione di una nuova sezione di digestione anaerobica funzionale al recupero energetico e termico del biogas;
  • le due linee dell’impianto di San Vittore del Lazio hanno trattato 224.220 t di CDR per una produzione lorda di energia elettrica pari a circa 203 GWh;

ENERGIA PRODUZIONE

  • l’esercizio delle centrali idroelettriche dopo i lavori di repowering registrano performance positive sia in termini di energia prodotta che di titoli ambientali collegati (certificati verdi);
  • la generazione di energia da fonte rinnovabile copre l’81% della produzione totale (634 GWh su 786 GWh);
  • prodotta energia da termovalorizzazione (CDR e pulper) per circa 260 GWh (il 46% da fonte energetica rinnovabile).

VENDITA

  • Acea Energia raggiunge una clientela di quasi 400.000 unità (punti di prelievo) contrattualizzate sul mercato libero dell’elettricità e gas;
  • per i clienti del servizio elettrico vengono sviluppate le iniziative tese a promuovere l’utilizzo dei canali aziendali di contatto a distanza: la risposta è positiva, i clienti registrati allo sportello on line di Acea Energia a fine anno sono circa 100.000 (+230% rispetto al 2012). In ottica di favorire una maggior conoscenza del servizio offerto e un miglior rapporto con l’azienda, viene lanciata la nuova bolletta per i clienti del mercato libero.

IDRICO ITALIA ED ESTERO

  • non si sono registrate nuove acquisizioni o partecipazioni societarie nel settore idrico ma si mantiene l’impegno per il consolidamento delle attività operative già in essere. Le società acquisiscono i contenuti dei nuovi interventi regolatori definiti dall’AEEGSI. Termina per naturale scadenza il contratto di gestione delle attività operative estere imputate alla società Aguazul Bogotà

RETI DISTRIBUZIONE

  • le attività di innovazione tecnologica per la gestione delle reti (smart grid) proseguono con l’implementazione di accordi con importanti realtà industriali (Nec, Telecom, Fastweb) che estendono l’ambito di intervento di Acea allo sviluppo dei sistemi di storage energetico e della banda internet ultralarga nell’area romana;
  • avviata l’elaborazione del piano strategico 2014- 2018 con la previsione di interventi di rinnovamento e manutenzione che toccano tutte le infrastrutture energetiche (cabine primarie e secondarie, linee elettriche e reti di alta, media e bassa tensione) allo scopo di migliorare la capacità di trasmissione, il livello di perdite e le riduzioni di tensione.
  • COGENERAZIONE (PRODUZIONE COMBINATA DI ENERGIA ELETTRICA E TERMICA)
  • sono proseguite le attività di costruzione della nuova centrale di trigenerazione per il complesso direzionale ”Europarco”, a Roma, e sono stati avviati i lavori per la centrale di trigenerazione a servizio del nuovo parco a tema “Cinecittà World”, presso Castel Romano.

ILLUMINAZIONE PUBBLICA

  • sono stati istallati complessivamente 1.147 nuovi punti luce, di cui 443 con tecnologia LED.