Elementi standard GRI - G3.1

Elementi standard GRI-G3.1
1. STRATEGIA E ANALISI
1.1 Dichiarazione della più alta autorità del processo decisionale (ad esempio, amministratore delegato, presidente o posizione equivalente) in merito all'importanza della sostenibilità per l’organizzazione e la sua strategia.
Lettera di introduzione pagg. 5, L’identità aziendale pagg. 26 ss.
 
1.2 Descrizione dei principali impatti, rischi ed opportunità.
Lettera di introduzione pagg. 5, L’identità aziendale pagg. 26-43
 
2. PROFILO DELL’ORGANIZZAZIONE
2.1  Nome dell'organizzazione.
L’identità aziendale pag. 16
 
2.2 Principali marchi, prodotti e/o servizi.
L’identità aziendale pag. 16
 
2.3 Struttura operativa dell’organizzazione, considerando anche principali divisioni, aziende operative, controllate e joint-venture.
L’identità aziendale pag. 18-20
 
2.4 Luogo in cui ha sede il quartier generale dell’organizzazione.
Acea SpA, Piazzale Ostiense 2, 00154 Roma
 
2.5 Numero dei Paesi nei quali opera l'organizzazione, nome dei Paesi nei quali l'organizzazione svolge la maggior parte della propria attività operativa o che sono particolarmente importanti ai fini delle tematiche di sostenibilità richiamate nel report.
L’identità aziendale pagg. 16, 22 nota 12
 
2.6 Assetto proprietario e forma legale
L’identità aziendale pag. 18
 
2.7 Mercati serviti (includendo analisi geografica, settori serviti, tipologia di consumatori/beneficiari).
L’identità aziendale pagg. 22-24 s.; Le relazioni socio-economiche con gli stakeholder pagg. 50 s.
 
2.8 Dimensione dell’organizzazione, inclusi: numero di dipendenti; fatturato netto (per le organizzazioni private) o ricavi netti (per le organizzazioni pubbliche); capitalizzazione totale suddivisa in obbligazioni, debiti e azioni; quantità di prodotti o servizi forniti.
L’identità aziendale pagg. 1822; Le relazioni socio-economiche con gli stakeholder pagg. 99, 120
 
2.9 Cambiamenti significativi nelle dimensioni, nella struttura o nell’assetto proprietario avvenuti nel periodo di rendicontazione (inclusi: l’ubicazione o i cambiamenti delle attività; l’apertura, la chiusura o l’espansione degli impianti; i cambiamenti nella struttura del capitale sociale e altre operazioni di costituzione, mantenimento e modifica del capitale).
L’identità aziendale pagg. 1920 s., 24 s., 35; Le relazioni socio-economiche con gli stakeholder pag.127
 
2.10 Riconoscimenti/premi ricevuti nel periodo di rendicontazione.
L’identità aziendale pagg. 28 s.;  Le relazioni socio-economiche con gli stakeholder pagg. 85, 106, 126, 128, 135
 
3. PARAMETRI DEL REPORT
Profilo del report
3.1 Periodo di rendicontazione delle informazioni fornite (ad esempio esercizio solare, anno fiscale).
Comunicare la sostenibilità: nota metodologica pag. 6
 
3.2 Data di pubblicazione del report di sostenibilità più recente.
Comunicare la sostenibilità: nota metodologica pag.6
 
3.3 Periodicità di rendicontazione (annuale, biennale, ecc.).
Comunicare la sostenibilità: nota metodologica pag. 6
 
3.4 Contatti e indirizzi utili per richiedere informazioni sul report di sostenibilità e i suoi contenuti.
Comunicare la sostenibilità: nota metodologica pag. 9
 
Obiettivo e perimetro del report
3.5 Processo per la definizione dei contenuti del report, inclusi: determinazione della materialità; priorità degli argomenti all’interno del report; individuazione degli stakeholder a cui è rivolto il report.
Comunicare la sostenibilità: nota metodologica pagg. 6-8
 

104 Per gli elementi standard già previsti dalle linee guida GRI.G3 (ed 2006) e mantenuti nell’edizione G3.1 del 2011 ci si è attenuti alle definizioni presenti nella traduzione italiana della versione 2006 mentre per gli elementi standard modificati dalle Linee guida GRI-G3.1 le definizioni sono state tradotte dalla versione inglese 2011; per la spiegazione maggiormente articolata del loro significato, di cui si è tenuto conto nella stesura del report, si rinvia all’edizione originale in lingua inglese. 

105 Gli indicatori del Supplemento di Settore per le Utilities del comparto elettrico (EU) sono integrati nella tabella; il testo disciplina temi peculiari per le aziende energetiche, introduce nuovi indicatori (EU) e alcuni approfondimenti informativi (commentary) relativi a indicatori già previsti dalla versione 2006 delle Linee guida GRI.